Come utilizzare l'Asciugatrice in maniera ecosostenibile

domenica, gennaio 03, 2016


La domanda che ovviamente può sorgere è...
"Cosa c'è di ecosostenibile nell'utilizzo di un'asciugatrice?"
Se vivete in mezzo alla natura, con un grande prato o terrazza in cui stendere i vostri panni al sole, NULLA.

Se però vivete in un piccolo appartamento, magari senza terrazzo, o peggio con terrazzo direttamente su una delle vie trafficate della vostra città, allora forse vedrete nell'utilizzo "appropriato" dell'asciugatrice la giusta soluzione!

Stendere all'aperto spesso è addirittura vietato da alcuni regolamenti comunali.
Da sottolineare inoltre che, secondo alcune ricerche, stendere in casa può favorire lo sviluppo di muffe, tra cui lo Stachybotrys chartarum, conosciuto anche come muffa tossica, può produrre spore velenose per inalazione.
Respirare le spore di muffa può avere effetti negativi: può causare infezione nei soggetti con un sistema immunitario indebolito o reazioni allergiche come asma.


Scegliere l'asciugatrice giusta.
Meglio scegliere un buon modello ad alta efficienza energetica, malgrado possa costare un po’ di più inizialmente.
Con le nuove asciugatrici a pompa di calore, si può risparmiare addirittura fino al 50% di energia rispetto alla classe A, ma sono estremamente costose e l’utilizzo deve giustificare la spesa.
Non scendere MAI sotto la classe A.

Come usare l’asciugatrice in maniera ecosostenibile

1) Leggere le istruzioni della vostra asciugatrice e seguitele!
2) Centrifugare bene i capi con la lavatrice. La biancheria più centrifugata accorcia i tempi di asciugatura.
3) Utilizzare l’asciugatrice sempre a massimo carico consentito. Non superare il carico massimo dei programmi, perchè comporterebbe aumento del tempo di asciugatura e maggiore consumo di energia.
4) Arieggiare l’ambiente e tenere libera la griglia di raffreddamento dell’asciugatrice.
5) Pulire i filtri dalla lanugine  dopo ogni ciclo di asciugatura. Il filtro sporco aumenta i tempi di asciugatura.
6) Utilizzate l’asciugatrice negli orari a tariffa ridotta.
7) Riutilizzare l’acqua della condensa, che va svuotata ad ogni ciclo.
L’acqua di condensa NON E’ POTABILE
8) Assicurarsi che una volta dismessa, l’asciugatrice venga smaltita secondo normativa, gli scambiatori di calore funzionano con gas fluorurato.

Come riutilizzare l’acqua di condensa?

Come già detto quest’acqua NON E’ POTABILE, ne per umani ne per animali e non va usata neanche per bagnare le piante.
Per prima cosa fate riferimento al manuale istruzioni, ogni modello da indicazioni diverse sul possibile utilizzo.
E’ acqua distillata, quindi priva di minerali, ma potrebbe contenere tracce di lanugine. Secondo alcuni potrebbe contenere anche tracce di detersivo. Di sicuro qualche problema batteriologico potrebbe averlo, quindi nessun uso alimentare.

Dopo averla filtrata con una garza (o filtro caffè) per trattenere eventuale lanugine, gli usi che restano accettabili sono:

1)    Nel ferro da stiro.
2)    Mettere in ammollo bucato a mano.
3)    Negli umidificatori dei caloriferi.
4)    Per pulire acciaio, non le posate.
5)    Per preparare Detersivi Bio Fai da te
6)    Per scaricare lo sciacquone del water.


You Might Also Like

2 commenti

  1. Bravissima!! Io confesso, sono asciugatrice dipendente!! Aggiungo anche una cosa...per me una buona parte degli asciugamani/vestiti che metto nell'asciugatrice poi non richiedono l'uso del ferro da stiro.. quindi almeno risparmio anche quell'energia lì!!

    RispondiElimina
  2. Sempre pronte a risparmiare l'energia del ferro da stiro!!! 😁

    RispondiElimina

Popular Posts