La Formaldeide è nelle nostre case

lunedì, gennaio 11, 2016


Io sono cresciuta in una casa, dove un bel foglio di amianto proteggeva il mobile della cucina, dal calore sprigionato dal forno.
Erano gli anni ’70, ci avevano lasciato credere che l’Eternit fosse la perfetta soluzione ad ogni problema, oggi a nessuno verrebbe mai in mente di infilarsi dell’amianto in casa, oggi le nostre case sono sicure!!!!
Eppure quasi tutti dentro casa, abbiamo la Formaldeide.
Prima di leggere e rileggere, per cercare di creare un ambiente “sano” in cui crescere una bimba, credevo che la formaldeide servisse solo per imbalsamare!
Invece...

Cos’è la Formaldeide?
La Formaldeide è una molecola formata da quattro atomi, due di idrogeno, uno di ossigeno e uno di carbonio. E’ molto volatile, liberandosi facilmente nell’aria e mescolandosi rapidamente ad essa quando viene emessa negli ambienti.
La Formaldeide, a temperatura ambiente è un gas incolore e dall'odore acre e irritante, solubile in acqua, capace di reagire con molte sostanze chimiche che si trovano nell'ambiente e nell'aria.
Si origina da diverse fonti, prima fra tutte i processi di combustione.

Dove si trova la Formaldeide?
La Formaldeide è un inquinante che si trova praticamente dappertutto. Si forma nelle giornate soleggiate in presenza di inquinamento da traffico o da riscaldamento, ma persino in natura, la usano le formiche nei combattimenti per stendere il nemico.
Per le sue caratteristiche chimiche viene impiegata per le più varie lavorazioni, fin dall’800.
La principale fonte indoor di formaldeide, dopo il tabacco, è il legno pressato per il quale sono impiegati adesivi contenenti resine. Può essere emessa dai mobili in truciolato e compensato, soprattutto quando sono nuovi, ma anche da tessuti e tappezzerie, è presente nei materiali per edilizia e in numerosi prodotti di uso comune, come detergenti, coloranti, disinfettanti, materie plastiche, colle e vernici, è usata come conservante in cosmetica, nei deodoranti, come anticorrosivo, per il trattamento di carte speciali, come solvente, nel trattamento di fibre tessili.

ALIMENTI – Viene utilizzata per la conservazione degli alimenti, è ammessa come additivo alimentare (conservante) con la sigla E240.
Pesce affumicato, crostacei, formaggi, frutta.
FUMO - Fumo da tabacco, Fumo di camini e stufe, Gas da combustione.
Tendaggi stampati.
EDILIZIA - Resine sintetiche, Colle, Solventi, Vernici.
MOBILI – Legno pressato, compensato, truciolato, pannelli di fibra a media densità (MDF).
COSMESI e DETERGENTI - Saponi, detersivo per piatti, ammorbidenti, lucidi per scarpe, indurenti per unghie, lozioni per capelli, fondotinta, creme, collutori, mascara, deodoranti.
CARTA -  Carta trattata, carta da parati, cartone.
ANTIBATTERICI - Disinfettanti, insetticidi, nei fungicidi.
TONER STAMPANTI 

La Formaldeide fa male?
Nel 2004 l’International Agency for Research on Cancer (IARC) ha definito la formaldeide cancerogena per l' uomo.
A certe concentrazioni la formaldeide provoca effetti irritativi alle vie respiratorie e agli occhi, specie in individui sofferenti di patologie allergiche o asmatiche.
La formaldeide agisce in modo subdolo, si libera rapidamente nell'aria all'inizio, poi molto lentamente e a lungo, ha un tempo di dimezzamento addirittura di sei anni. Il tasso di emissione aumenta con il calore e con l'umidità.
Se inalata provoca irritazione degli occhi, del naso e del tratto respiratorio; edema e spasmo laringeo, disfagia, bronchite, polmonite. Sintomi da contatto cutaneo sono: irritazione, necrosi da coagulazione, dermatite.


La Legge cosa dice della Formaldeide?
Dal 1 aprile 2015, posticipata al 1 Gennaio 2016, la FORMALDEIDE è stata "CLASSIFICATA CANCEROGENA, 1/B"(secondo la classificazione fornita dal Regolamento (CE) n. 1272/2008). QUI

L’Italia ha reso obbligatorio l’impiego di pannelli di classe E1 con la pubblicazione del decreto del ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, avvenuta il 10 ottobre 2008 e pubblicato sulla G.U. n° 288 del 10 dicembre dello stesso anno.
Il decreto stabilisce le disposizioni riguardanti fabbricazione, importazione e immissione in commercio di pannelli a base legno e manufatti con essi realizzati sia semilavorati che prodotti finiti contenenti formaldeide, al fine di garantire la protezione della salute umana nel loro impiego negli ambienti di vita e soggiorno (ambienti indoor).
  
In casa mia c’è Formaldeide?
E’ facile e abbastanza economico acquistare un test Bio-Check F.
Dräger-Bio-Check F è un sistema di misurazione basato su enzimi e dotato di una placchetta indicatrice a più colori, per misurazioni qualitative della formaldeide senza l'utilizzo di ulteriori accessori.
In vendita su Amazon.

Come difenderci dalla Formaldeide?
- NON Fumare in casa
- Ventilare il più possibile le stanze.
- Puliree spesso Camini e Stufe.
- Mantenere l'umidità tra il 40 e il 60%.
- Pulire spesso le griglie spargifiamma dei fornelli a gas. Azionare prima di iniziare a cucinare la cappa di aspirazione.
- Evitare l'acquisto di detergenti, deodoranti, cosmetici che nei loro componenti comprendano:
  • Diazolidinyl urea
  • Imidazolidinyl urea
  • Sodium hydroxymethylglycinate
  • Benzylhemiformal
- Preferire prodotti che rechino il marchio dell'Ecolabel europeo.
 - Evitare, in camera da letto, mobili in truciolato o compensato, o cercare prodotti di classe E1 (a bassa emissione di formaldeide) o classe FF (senza formaldeide), chiedendo la garanzia all'atto dell'acquisto.
- Ventilare bene le stanze per alcune settimane, se avete appena acquistato un mobile in truciolato o compensato.
- Scegliere vernici e colle ecologiche, che dichiarino l’assenza di Formaldeide, arieggiare bene le stanze dopo l’utilizzo di prodotti tradizionali.

Pare che alcune piante aiutino a neutralizzare la formaldeide come ad esempio la felce di Boston, l’areca palmata, il ficus, lo spatafillo, la dracena.
Visto tutto quello che ho costruito col cartone, anche se parecchio vecchio, proverò a rimediare con qualcuna di queste piantine!!


Tanti Link interessanti che vi consiglio:

http://forum.promiseland.it/viewtopic.php?f=2&t=1528&sid=800b96cf3d180767378f259e836df44e&start=15
http://www.draeger.com/sites/it_it/Pages/Applications/Draeger-Bio-Check-Formaldehyde.aspx




You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts