Rimedi per le coliche del neonato

domenica, novembre 29, 2015





Non sono un medico e non intendo sostituirmi al pediatra, quelle a seguire sono solo indicazioni derivanti dalle esperienze di una mamma. 

Mi ero ripromessa che, prima o poi, avrei condiviso tutto quello che avevo imparato sulle coliche dei bimbi.
Ho letto, cercato, provato talmente tanto da essere diventa esperta.
Alcuni bimbi trovano sollievo dai rimedi proposti, ma la soluzione per le "VERE" coliche non esiste... ancora!
Partiamo col dire che le coliche iniziano mediamente dalla 3 settimana di vita e terminano a 3 mesi.
Per la mia bimba non è stato così, le coliche hanno iniziato a diminuire a 8 mesi e sono terminate a 10 mesi.
Dico questo solo per rincuorarvi, perché prima o poi finiranno, il bimbo starà bene, e voi riuscirete a sopravvivere anche se vi sembrerà impossibile!

Andiamo con ordine ed analizziamo il problema e i rimedi.

Cause presunte:
  • Immaturità dell'apparato digerente. Per me la più sensata e ricorrente. Legata a parti prematuri o basso peso a termine. Nel nostro caso unita ad un fortissimo reflusso, tanto da non aver mai stabilito se una manifestazione fosse la conseguenza dell'altra. Siamo rimasti col dubbio se il reflusso fosse causato dal gonfiore al pancino o se le coliche fossero innescate dal reflusso. Di certo appena la mia piccola si è alzata e ha iniziato a camminare tutto è sparito, con mia grande fortuna a 10 mesi ha deciso di essere pronta per i primi passi.
  • Allergia al lattosio o alle proteine del latte. Spesso accade e se ben gestita sparisce con la crescita.
  • Difficoltà di adattamento alla vita extrauterina. Vuol dir tutto e niente e quindi verosimile.
  • Poppata troppo vorace, con conseguente introduzione di troppa aria. Vale sia per allattamento al seno che artificiale. Verissima anche se difficilmente modificabile, comunque non credo sia la causa delle "VERE" coliche, ma piuttosto di quelle accessorie.
  • Paura del dolore. La reazione così violenta ad un dolore, che non porta a conseguenze fisiche, è probabilmente legata alla paura e alla incomprensione di ciò che accade.
  • Ansia materna. Una tale vergognosa boiata, inventata sicuramente da un uomo o da donna che non ha procreato, che non merita ulteriori commenti.

Frequenza e modalità delle coliche
Il pianto disperato, che toglie il fiato, difficilmente paragonabile agli altri pianti derivanti da bisogni, inizia alle 17.00/19.00 circa e si protrae per almeno 3 ore, per 3 giorni la settimana.
Le coliche, che io definisco "VERE", sono quelle che non ti abbandonano mai.
Oltre all'orario canonico, le coliche si presentano durante la poppata, a fine poppata, tra una poppata e l'altra. Ecco spiegato perché non ti abbandonano mai.
Crescendo il pianto cambia, nel nostro caso è diventato un pianto con lamento costante, ma meno disperato. 

Rimedi:
Posizione pancia in giù, con pacchette sul sederino
Si tiene il bimbo appoggiando il suo pancino sull'avambraccio.
Abbiamo trascorso giornate tenendo la nostra bimba in questa posizione e sicuramente le dava sollievo e favoriva l'espulsione di gas. Non utile nella fase di pianto incessante senza fiato.

Posizione pancia su pancia
Si tiene il bimbo appoggiandolo sulla pancia della mamma, meglio pelle a pelle.
Per noi non ha mai funzionato, anzi si innervosiva ancora di più. Molti trovano giovamento.

Fascia porta bebè/ Mei tai
Idem come sopra.

Alimentazione Mamma
Limitare latte e derivati, per le possibilità di allergie, è sicuramente un tentativo da provare. L'eliminazione di altri particolari alimenti lo ritengo del tutto inutile.

Latte speciale
Questo sarebbe un capitolo lunghissimo che cercherò di sintetizzare, i consigli sul cambiamento del latte artificiale lasciateli al pediatra e comunque limitate al massimo i cambiamenti.
Per le cause presunte, di cui sopra, i primi tentativi che si fanno per eliminare le coliche sono proprio interventi sul tipo di latte.
Avendo il doppio problema coliche/reflusso ne abbiamo provati molti, con aggiunte di vari prodotti per addensare e non abbiamo ottenuto risultati.
Latte anticolica - ne esistono di moltissimi marchi, hanno un ridotto apporto di lattosio.
Latte idrolisati, modifica delle proteine del latte. Sono costosissimi e puzzolenti, e se anche il vostro piccolo rigurgita la vostra casa diventerà invivibile!
Latte di Soia, è stata la scelta finale del nostro pediatra che lo ha ritenuto il più adatto per il complicato caso della mia bimba.
Latte di Capra, Riso, Asina, sconsigliati dal nostro pediatra.
Morale... se non potete allattare un latte marchiato grande distribuzione andrà benissimo.

Biberon Anticoliche
Con la valvola, con il sacchetto, con tubo e valvola, con tettarella come seno, plastica/vetro...
Inutili.
Cercate solo il biberon col quale il vostro bimbo non ingurgiti troppa aria, se vorace, o quello che con cui non debba fare troppa fatica se è pigro o molto piccolo.

Massaggini
Esistono moltissimi siti che parlano e mostrano i massaggini per neonati.
Io mi sono sempre ispirata a questo qui.
Non ha risolto le coliche, ma era un momento di piacere sia per me che per la mia bimba.
La aiutavano tantissimo ad espelle aria e a risolvere eventuale stitichezza.

Osteopatia
Ci siamo rivolti all'osteopata, la prima volta, ai 2 mesi di vita della bimba. Il trattamento ha interessato esclusivamente il cranio, per aiutarla in caso di problematiche a seguito del lungo travaglio. La bimba era molto agitata e non ha gradito. Dopo la seconda seduta abbiamo desistito.
Intorno ai 4 mesi ci siamo rivolti ad un altro osteopata, che ha trattato la bimba sul pancino.
Sarà stato il caso, sarà che quella fase doveva passare, ma le coliche con pianti disperati senza fiato, dalla seconda seduta, sono diminuite e hanno assunto modalità più blande e gestibili.

Fermenti Lattici
Assunti dal primo mese di vita fino all'anno, le 4 gocce di lactobacillireuteris sono diventate un'abitudine. Sicuramente utili in molte circostanze, ma senza efficacia per le coliche.

Sondino
La nostra "momentanea" salvezza. L'effetto durava poco, al massimo un paio d'ore, ma era evidente ed immediato. La nostra piccola si svuotava come un palloncino e si addormentava.
Non si può utilizzare costantemente, ma è un valido aiuto per i momenti critici.
Si chiama sondino ma è un catetere femminile, tappino blu, monouso che si compra in farmacia.
Si inserisce nel sederino per 2 cm, dopo averlo unto con olio di mandorle dolci o di oliva.

Fitoterapici
Abbiamo provato almeno 5 tipologie diverse di gocce e sciroppi, con estratti vari.
Nessuna placava le coliche, ma una tipologia la distraeva perché le piaceva molto, come le sarebbe piaciuto il miele.
Tisane di finocchietto, buone ma nessun effetto.

Omeopatia e affini
L'omeopatia aiuta solo il portafoglio di chi la produce.
Per chi vuole approfondire questo mio punto di vista, consiglio di leggere Medbunker.

Passeggiate, macchina &C
La mia bimba odia da sempre la macchina, piangeva e piange anche senza coliche!
Le passeggiate, anche col freddo, la sera, su pavimentazione disconnessa, la distraevano e la calmavano nei momenti peggiori.

Medicinali
Esistono due tipologie di medicinali:
Il Simeticone, che dovrebbe aiutare ad espellere l'aria, va dosato in gocce secondo prescrizione. Nessun miglioramento per noi.
E poi per finire questa lunga lista c'è l'Alginor.
L'Alginor interrompe quasi immediatamente il pianto, fa addormentare il bimbo per un tempo variabile. Va dato solo dietro a prescrizione medica. L'Alginor non fa passare le coliche, è bromuro.
Sta ad ogni genitore, sentito il pediatra, decidere se e quanto usarlo.

Per finire:
Vi consiglio di leggere il sito “noi mamme”, in particolare leggete con attenzione le risposte ai quesiti forniti dalla Dott.ssa Daniela Sannicandro. Mi ha dato informazioni utilissime, che mi hanno aiutata a superare le infiniti notti di coliche. Troverete moltissimi argomenti utili oltre alle coliche. Se proprio non c'è risposta alla vostra domanda la potrete richiedere direttamente qui.






You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts